Valutazioni dell’artista Red

1) Roberto Romagnoli
Una canzone storica quanto difficile per quanto riguarda la tecnica. Roberto ha intenzionalmente una buona espressione, ma la tecnica non la supporta, così che tutte le belle cose che gli dicono la testa, rimangono li, appunto, in testa.
La mancanza di tecnica non fa tenere le note lunghe e quelle a metà range, dove il diaframma dovrebbe fare un gran lavoro e quindi l’intonazione non risulta delle migliori.
Ci vorrebbe un po’ di studio della voce e allenamento.
Personalmente poi cercherei qualcosa di meno sfruttato come brano e non uno fatto così tante volte da tanta gente, che porta inevitabilmente a dire “ancora questa?”
Voto: 4

2) Jessica Grisolia
Buone potenzialità vocali e timbro interessante, bello anche il brano scelto.
E’ una voce che canta spesso e si sente!
Nella parte alta la voce risulta un po’ troppo spinta e così inevitabilmente le corde vocali risentono dell’eccessiva pressione dell’aria.
Preferirei copiasse meno Adele (che di suo non copia nessuno) e avrebbe ancora più possibilità.
Voto: 8

3) Angela Anselmi
Voce carina e pulita. Molto carino il modo morbido di approcciare all’inizio.
Un consiglio però che le darei è di mollare un po’ l’essere troppo precisi e di cantare un po’ di più, per cercare di trasmettere un po’ più emozioni.
In questo brano c’è un uso un po’ troppo di melodyne (o probabilmente quello interno di Cubase).
Capisco l’essere precisi, ma è un concorso, preferirei “la verità”.
Voto: 6.5

4) Flavia Stoica
Buona tecnica e buon timbro. Mi piacerebbe sentire che effetto fa con una canzone più soul e su un palco.
Di sicuro un buon impatto sonoro.
Voto: 8

5) Raluka OK
La voce è buona per questo genere, il brano non è male e anche la produzione fatta bene. L’unico vero problema è che la lingua italiana si sposa veramente molto poco con questo genere di musica che quindi gli da un risultato un po’ 80’s, pur essendo una produzione attuale.
Nel filone di questo genere (Guetta, Alesso, Avicii) non avrebbe molto mercato.
Voto: 6

6) Verusca Zappacosta
Uno dei brani più sensuali di mina e Verusca nella sensualità vocale c’è. Però avrebbe bisogno di un po’ di tecnica in più per supportare le note lunghe e quegli “eh eh eh” che sono sempre complicati da fare.
Anche le note finali e quelle basse risentono un po’ la mancanza di tecnica.
Voto: 5

8) Aldo Lo Faro
Molto buona l’intonazione, forse da svecchiare un po’ ma con una buona spinta e non manca nella tecnica usata proprio per supportare la voce e l’espressione e non per strafare.
Un consiglio ad un cantante forse vicino Napoli. Attenzione alla “GL” di Meraviglioso. E’ classico da quelle parti, per l’influenza borbonica (lo spagnolo) non pronunciare quel suono e fare invece “Meraviioso”.
Voto: 7.5

9) Fabiola Tommaseo
Mi ricorda tanto l’intenzione di Simona Bencini. la cantante dei Dirotta su Cuba. Proprio come lei con delle buone sonorità Funk/Fusion, ma non molta tecnica e ancora tappata. Forse mi sbaglio, ma in questo caso deve non essere troppo grande d’eta Fabiola, quindi ha possibilità di crescere. Forza, forza, studia un po’ che sei sulla buona strada!
Voto: 6.5

10) Gruppo Eterea
Quando si parla di gruppi che sfruttano le voci per fare armonia (e comunque i gruppi in generale), la prima cosa a cui tenere conto è di sicuro l’intonazione e il tempo, che devono essere perfetti per avere un buon risultato.
Al gruppo Eterea non manca assolutamente nessuna delle due cose, forse però la scelta della canzone non da proprio la possibilità di apprezzarlo. Magari con un brano diverso avrebbero potuto spingersi di più nell’espressione e nel coinvolgimento sonoro e non solo nel fare le cose con precisione.
Voto: 5.5

11) Mela
Personalmente non amo molto, specie quando si parla di mettersi in competizione, che una donna canti una canzone di un Uomo.
Al di la di questo, comunque, Mela ha un buon timbro, tecnicamente non è male, anche se al livello sonoro ci sono ancora un po’ di cose da curare, passaggi con note mancanti e imprecisioni in alcuni punti.
La canzone tra l’altro ha un cambio graduale. All’inizio non rende quello che poi rende alla fine (al di la della tonalità che cambia). Comunque di sente che ama il rock e che cerca di curarne gli atteggiamenti.
Voto: 6.5

12) Cristina Villa
La prima impressione è sempre quella che la maggior parte delle volte, poi, è quella che conta e che influenza.
Ho provato a non farmi influenzare da quello, visto che all’inizio ci sono delle note imprecise, però poi in realtà ci sono state anche dopo. Note dovute ad una mancanza di tecnica, di appoggio delle note.
Purtroppo nella maggior parte delle volte è questa quella che fa risultare la canzone buona, tempo e intonazione.
Dall’altro canto però Cristina tende comunque a sfoggiare una discreta espressione che verso la fine ha un po’ di rimonta.
Voto: 5.5

13) Marco Cucca
Direi che la prima cosa che si nota è proprio l’intonazione che pecca molto, probabilmente anche per la poca esperienza di Marco. Poi messo così, un brano della Pausini, portato quasi un’ottava giù, la canzone perde totalmente forma, perché pensata diversamente da chi l’ha scritta.
Direi di cambiare un po’ la situazione e di riprovare.
Voto: 4

14) Unlucky Mad
Carina la produzione di questo pezzo, il Flow non è male di Unlucky mad, le voci femminili sono sempre tendenti al crescente. La canzone però, per quanto sia in sile, risulta un po’ ridondante, senza molto spicco. Niente che ti faccia dire “Woow”.
Però apprezzo molto il cambiare un po’ la situazione, con un po’ di Rap e il fatto che sia una produzione propria.
Voto: 7

15) Anna Maria Verzì
Al di la dei pochi mezzi per registrare, che però purtroppo all’ascolto sminuiscono il tutto, si sente che ad AnnaMaria piace cantare.
L’intonazione però non è delle migliori e la tonalità eccessivamente bassa, finisce per dare ancora più problemi alla performance. Magari con una registrazione migliore e con una base nella sua tonalità, si sarebbe potuto apprezzare di più ciò che AnnaMaria ci voleva far sentire.
Voto: 3.5

16) Capo
Buona la produzione della base, belle idee in quel senso. Il flow della voce non è niente male. Il testo è di attualità, ma forse anche un po’ troppo, comunque, come sempre il Rap è una valvola di sfogo per chi la fa.
Unica vera pecca è la produzione della voce, che risulta cupa confronto alla base e quindi molte volte non si capisce cosa dice. Per il resto potrebbe benissimo essere un brano in una classifica.
Voto: 8

17) Merysse
Buona la voce di Merysse e, anche se si sente ancora un po’ fresca, ha una buona espressione, una buona cognizione sul “da farsi”, senza esagerare, ne il contrario. Buona anche la scelta della canzone. Per quanto sia una canzone da uomo, rende bene nell’esecuzione di Merysse.
Sarebbe carino sentire da lei un brano inedito e più internazionale.
Voto: 8.5

18) Daniele Rodi
Anche qui la registrazione non aiuta a capire bene, ma da ciò che si capisce, Daniele ha ancora poca confidenza con la sua voce e con l’intonazione, senza parlare ovviamente del lato tecnico vocale.
Sarebbe buona un po’ di esperienza, un po’ di studio e soprattutto di tanto ascolto di ciò che fa parte del mondo canoro.
Voto: 2.5

19) Luca Di Fraia
Se l’amore per la donna della vita di Luca è indiscutibile, la canzone lo è abbastanza. Non molto originale, ne dal lato musicale, ne di arrangiamento, ne di testo.
Vocalmente, per quanto di stampo neomelodico, comunque, tecnicamente non è male e potrebbe, con i dovuti accorgimenti, fare di sicuro meglio.
Voto: 4

20) Kali Roots
Interessante sonorità il brano. Bello anche il brano e buona atmosfera. Di sicuro un brano che potrebbe funzionare nello scenario musicale attuale.
E’ brano che tende a “coccolare l’ascolto”, ma potrebbe farlo anche di più volendo.
Comunque interessante! Bravi!
Voto: 8.5

21) Annalì
Veramente interessante il timbro di Annalì, un po’ retrò e vissuta, come certe cantanti nostrane famose. Complice anche la canzone, ti tiene li attaccato ad ascoltare fino alla fine.
Con un po’ di studio in più al livello tecnico e soprattutto con un salto generazionale, potrebbe essere qualcosa di interessante.
Voto: 7.5

22) Nando Ametrano
Un bellissimo e profondo brano di Battisti, che però avrebbe bisogno di una voce altrettanto pronta ed espressiva, probabilmente anche di più di quella di Battisti. L’intonazione in molti casi è dubbia anche se l’intenzione di chi canta idealmente è quella giusta, ma non viene poi espressa.
Voto: 4

23) Simona Santoro
Una canzone “incavolata” che Simona riesce a riprodurre bene, per quanto riguarda la rabbia, meno però dal lato vocale e di intonazione nelle note lunghe.
Dai Simona, un po’ di studio è sei sulla buona strada per essere la nuova Emma.
Voto: 7

24) Ale X
Ehehe un brano Rap old school, tendenzialmente carina e divertente, anche se tendenna sul flow, che a volte non si incastra come dovrebbe. Comunque l’idea non è male.
Voto: 7

25) Emanuela Fanciulli
Una persona che di sicuro studia e si dedica alla sua voce… e si sente. L’intonazione è precisa e fa rendere bene il brano e il controllo vocale è degno di un brano del genere. Forse a volte i vibrati sono un po’ eccessivi, ma spesso in questi casi è questione più di gusti che di altro.
Voto: 8.5

26) Enzino Vinci
Bravo Enzino, idea azzeccata, funzionale e divertente. Ben strutturato il tutto.
Di sicuro farebbe ballare molte persone in un contesto live.
Voto: 7.5

27) Antonella Cavicchioni
Quando un brano o un cantante parte bene, ha già fatto metà del suo lavoro.
Bravo Antonella, buona espressione. Quello che pensa lo riesce a farlo uscire bene. Forse ci sono alcune parti dove l’intonazione non è proprio precisa, ma in generale rende bene.
Voto: 7

28) Floriano Iacovelli
Floriano dovrebbe essere sicuro tra le nuove leve della musica italiana. Con ancora qualche asperità sull’espressione riesce a usare la sua voce come dovrebbe farla quella di un cantante: “Comunicare”.
Bravo Floriano. Sarebbe solo da vederlo dal vivo per giudicare ancora meglio chi è.
Voto: 8

29) Marco D’Alena
Voce fresca e attuale, di sicuro funzionerebbe tra i 18enni. Bello il brano (di facile ascolto) e la produzione, anche se la qualità dell’MP3 e abbastanza bassa. Con un ascolto migliore si sarebbe potuto valutare il tutto in maniera più precisa.
Voto: 7.5

30) Carlo Liga
Non amo molto le “copie” di artisti famosi, prima di tutto per il fatto che gli artisti famosi non copiano nessuno ed è proprio per quello che hanno poi esito.
Le voci “copie” (e attenzione non parlo del semplicemente fare la cover) hanno il difetto di dover modificarsi al livello di timbro e quindi non rendere al meglio.
Penso che Carlo, con un brano diverso, o ancora meglio uno inedito, potrebbe farci sentire di più chi è, perché, al di la di tutto ciò, non sembra male.
Voto: 5

31) Alessia Poliandri
Alessia sembra veramente possedere quella sonorità specifica per fare bene un brano napoletano. L’unica problema è probabilmente la tonalità eccessivamente alta dell a base e un po’ di pecche al livello tecnico per fare quel tipo di cose di cui ha bisogno su questo brano, oltre che a un po’ di mancanza di tecnica in generale.
Voto 6.5

32) Maria Teresa Caiafa
Immagino che chi si presenta a concorrere è MariaTeresa e non la voce maschile.
Questo è un brano rock e nello stesso tempo con alcuni sprazzi di musica classica. Beh.. l’intonazione di non sempre precisa, non ne fa apprezzare ne una ne l’altra di parte e il voler necessariamente impostare tutta la parte maschile in maniera pseudo-lirica non da vantaggio al brano.
Sarebbe buono provarci di nuovo, togliendo un po’ di difetti, prima di tutto al livello stilistico e poi cantarla un po’ più volte prima di registrarla, o magari, sentire solo la voce di MariaTeresa su un brano più alla sua portata.
Voto: 5

33) Alice Collepalumbo
Una voce di piccola età, ma che promette bene, che già inizia a sapere cosa vuole. Buon orecchio musicale, non male l’intonazione e attitudine.
Brava Alice, continua così, continua a fare esperienza e fatti risentire tra un po’.
Voto: 7.5

34) Gigi Pacifico
Carino il pezzo, in pieno stile pop italiano. Forse il titolo suona un po’ strano, specie nello scorrere del testo e i soli di chitarra (un po’ fuori intonazione nei bending) ne abbassano un po’ la qualità finale. Magari con una produzione migliore acquisterebbe un valore aggiunto. La voce di Gigi ha bisogno di crescere un po’, dove ad esempio nella parte alta entra in maniera un po’ brusca, ma la via è quella giusta e con un po’ di esperienza e di studio può dare più valore alla canzone oltre che alla voce in se.
Voto: 6.5

Rispondi